FREE VICTIM SUPPORT +39 338.3127352 info@associazionelibra.com
Angelo Puccia

Angelo Puccia

Presidente | Project manager

Andrea Poltronieri

Andrea Poltronieri

Psicologo e psicoterapeuta | Facilitatore

Cristina Zaniboni

Cristina Zaniboni

Psicologa e psicoterapeuta | Facilitatore

Luigi Caracciolo

Luigi Caracciolo

Criminologo

Alessandra Morselli

Alessandra Morselli

Vice Presidente | Project manager

Martina Mazzali

Martina Mazzali

Architetto | Facilitatrice rigenerazione urbana

Stefano Barlati

Stefano Barlati

Psichiatra clinico e forense

Andrea Giulia Zoni

Andrea Giulia Zoni

Tirocinante giurista

Giuseppe Sandri

Giuseppe Sandri

Giurista | Criminologo

Arianna Fezzardi

Arianna Fezzardi

Segretario | Psicologa

Michela Mauriello

Michela Mauriello

Fundraiser | Grafica creativa

Lara Cornali

Lara Cornali

Psicologa | Facilitatrice

Mauro Bardi

Mauro Bardi

Avvocato | Criminologo

Il nostro approccio

Il nostro approccio tiene in considerazione tutti gli attori coinvolti in un reato: l’autore, la vittima e la società, approfondendo le cause, le dinamiche, le conseguenze e promuovendo percorsi riparativi e riconciliativi.

Se vogliamo davvero comprendere perché una persona è coinvolta in un crimine, non possiamo affrontare la questione unicamente dal punto di vista della Legge. Il reato è un fatto umano e, per essere compreso, deve essere ricondotto all’interno di un sistema di relazioni ben più articolato.

La tradizione giuridica classica ha impostato il problema del crimine attingendo a modelli nei quali l’attenzione si è concentrata principalmente sul fatto antigiuridico in sè e sull’autore del comportamento, riservando alla vittima del reato e alla Società scarso rilievo. Nel corso del ‘900 sono mutati in modo radicale alcuni riferimenti e approcci al problema, restituendo al reato una più concreta dimensione sociale e, per questo, più complessa. I fenomeni sociali devono essere compresi rispetto alle loro caratteristiche più profonde.